Terms & Conditions


Articolo 1 Generale

  1. Le presenti condizioni generali di contratto si applicano dal momento in cui il committente ha richiesto l'assistenza del contraente. Tutte le disposizioni delle presenti condizioni sono in vigore tra le parti, salvo espressa deroga scritta.
  2. Nelle presenti condizioni, si intendono per "contraente": - la persona fisica o giuridica che svolge le attività di cui all'articolo 2; - il committente: la persona fisica o giuridica che richiede l'assistenza del contraente; - per commessa si intendono le attività che devono essere determinate di concerto tra il committente ed il contraente, che devono essere svolte dal contraente e le condizioni in base alle quali esse devono essere svolte.

Articolo 2 Finalità

  1. Tutte le offerte sono senza impegno, a meno che il contraente non abbia esplicitamente indicato diversamente nelle sue offerte o preventivi al committente.
  2. Le attività del contraente riguardano/(possono) riguardare (tra l'altro) la tenuta della contabilità o la tenuta dell’amministrazione del committente, la redazione dello stato patrimoniale e conto economico, la consulenza su questioni di natura finanziaria, fiscale e/o aziendale, nonché tutte le azioni e operazioni che - in considerazione del rapporto giuridico e della conseguente commessa - possono essere utili in relazione alle suddette attività.
  3. Il committente con il quale sono state stipulate le presenti condizioni generali di contratto si considera tacitamente d'accordo sull'applicabilità delle presenti condizioni generali a contratti stipulati successivamente con il contraente.

Articolo 3 Costituzione

Il contratto è costituito al momento in cui il contraente accetta la commessa. La regola di cui alla frase precedente si applica anche a modifiche di commesse. Se gli interessi del committente richiedono la consegna immediata da parte del contraente, in tutto o in parte, o se il committente ha esplicitamente richiesto immediata consegna, il contratto si considera costituito quando il contraente ha realizzato l’effettiva consegna, totale o parziale, al committente.

Articolo 4 Obblighi del contraente

  1. Il contraente è tenuto a tutelare gli interessi del suo committente al meglio delle sue conoscenze e capacità, nella misura in cui ciò sia possibile e auspicabile, tenuto conto del rapporto giuridico e delle derivanti commesse.
  2. Il contraente svolge le sue attività osservando le Regole di condotta a lui applicabili.
  3. Le modalità con cui si svolgono l'amministrazione e le altre attività devono, osservando le disposizioni di legge ad esse eventualmente applicabili, soddisfare ai requisiti derivanti dagli obblighi e responsabilità del committente.
  4. Qualora le attività mirino a conseguire uno specifico risultato (finanziario), non vi è alcuna garanzia che detto risultato finale previsto venga effettivamente raggiunto.

Articolo 5 Obblighi del committente

  1. Il committente deve astenersi dal compiere atti che possano vanificare o rendere impossibile l'esecuzione della commessa da parte del contraente.
  2. Il committente ha l’obbligo di fornire al contraente per tempo, in modo completo ed in forma corretta, tutti i dati, le informazioni e i documenti necessari per l'esecuzione della commessa.

Articolo 6 Riservatezza

Il contraente si impegna a mantenere la riservatezza e segreto professionale di tutti i dati e i documenti relativi alla commessa, che ragionevolmente vanno considerati quali riservati e segreti, e trattati come tali. Il contraente non è responsabile per eventuali violazioni del segreto professionale da parte delle persone alle sue dipendenze, se può dimostrare che tale violazione non avrebbe potuto da lui essere impedita.

Articolo 7 Cooperazione con i terzi

  1. Il contraente può ricorrere ad altri esperti che non appartengono alla sua società solo dopo averne accertata, di concerto con il committente, la relativa necessità ovvero opportunità.
  2. Il contraente declina ogni responsabilità per lavori eseguiti da terzi, inclusi gli esperti di cui all'articolo 7a.

Articolo 8 Inadempienze del contraente

  1. Il contraente è esclusivamente responsabile nei confronti del committente per i danni che questi subisce come diretta conseguenza delle inadempienze del contraente o di persone alle sue dipendenze che sono state commesse nell'esecuzione della commessa solo se e nella misura in cui tali inadempienze avrebbero potuto essere evitate in normali circostanze, in base alle normali conoscenze professionali e nel rispetto della normale diligenza e delle modalità di esercizio della professione, fatte salve le ulteriori restrizioni di seguito descritte.
  2. Il contraente è tenuto a porre rimedio quanto prima, per nessuna remunerazione, alle inadempienze di cui sopra, se e nella misura in cui ciò non comporti spese superiori a quelle addebitate per i lavori in questione. Qualora le spese siano superiori, il contraente è tenuto a porre tali rimedi solo se il committente dichiari per iscritto di essere disposto a sostenere tali costi aggiuntivi.
  3. Ogni responsabilità del contraente cessa al più tardi 60 mesi (5 anni) dopo la presentazione delle dichiarazioni fiscali per l'esercizio finanziario in questione, con un aumento temporale pari a quello per cui è stato concesso un rinvio.
  4. L'eventuale responsabilità del contraente decade se il committente non ha dato al contraente la possibilità di presenziare ad un'eventuale verifica fiscale per il periodo in questione, inoltre se il committente non ha dato al contraente la possibilità di rimediare alla inadempienza in questione e se sono state effettuate ulteriori attività a causa di tale inadempienza ovvero in relazione ad essa senza che il committente abbia coinvolto al riguardo il contraente.
  5. Il committente è tenuto a denunciare le inadempienze di cui al presente articolo entro un mese dopo averne preso conoscenza ovvero ragionevolmente avrebbe dovuto prenderne conoscenza, in mancanza di cui viene esclusa qualsiasi responsabilità del contraente.

Articolo 9 Inadempienze del committente

  1. Se e nella misura in cui le inadempienze nell'esecuzione delle attività svolte da parte del contraente sono dovute al fatto che il committente è venuto meno agli obblighi di cui all'articolo 5 o non lo ha fatto per tempo o in misura sufficiente, il contraente – in toto – non ne è responsabile.
  2. In tal caso, il rimedio a suddette inadempienze avrà luogo a carico del committente.

Articolo 10 Disdetta da parte del committente

  1. Il committente può disdire una determinata commessa in qualsiasi momento.
  2. La disdetta della commessa deve aver luogo a mezzo di lettera raccomandata.
  3. In caso di risoluzione di una commessa, tra il momento della notifica della risoluzione stessa e quello in cui la risoluzione diventa effettiva deve essere osservato, in linea di principio, un periodo di almeno un mese, in modo tale che il contraente possa portare i lavori in corso o l'amministrazione a una condizione tale che il loro trasferimento al committente o a un terzo designato dal committente sia accettabilmente effettuabile, senza alcun danno per il proseguimento delle attività, tenuto conto di quanto stabilito all’articolo 9 delle presenti condizioni.
  4. La commessa conferita al contraente non decade con il decesso del committente; i suoi diritti e doveri passano ai suoi beneficiari e/o successori legali

Articolo 11 Sospensione/scioglimento/disdetta da parte del contraente

Fermo restando il diritto generale di sospensione o scioglimento di cui alle presenti condizioni, se il committente non adempie a qualsiasi obbligo previsto dal contratto stipulato dalle parti in tempo utile, o adempie incompletamente o insufficientemente, ha chiesto il fallimento o la sospensione dei pagamenti (da parte di un terzo), al committente è stato imposto sequestro in qualsiasi forma, il committente liquida la sua società in tutto o in parte, ovvero ha chiuso la sua società oppure la cede, non paga per tempo le fatture del contraente, il contraente ha il diritto di:

  1. risolvere in qualsiasi momento una determinata commessa, il che deve aver luogo a mezzo di lettera raccomandata;
  2. esigere dal committente il pagamento anticipato o la costituzione di una garanzia - per tutti gli accordi esistenti o futuri - prima che il contraente inizi la consegna delle sue (ulteriori) attività;
  3. sospendere la prestazione dei suoi servizi;
  4. ritenere che il contratto in questione del tutto o per quanto non eseguito parzialmente sciolto, sia stato interamente o parzialmente risolto, inviando al committente una comunicazione scritta in tal senso, senza che sia necessario un intervento giudiziario, fatti salvi i diritti del contraente al risarcimento del danno per la risoluzione;
  5. qualora il contraente si avvalga dei diritti di cui al presente articolo, egli non risponde mai nei confronti del committente per eventuali danni da esso direttamente o indirettamente derivanti.

Articolo 12 Consegna, tempi di consegna e fornitura

  1. Fatto(i) salvo(i) ulteriore(i) accordo(i) tra il committente e il contraente, la consegna dei necessari atti, libri contabili, documenti, dati amministrativi e/o di altro tipo e simili ha luogo in forma digitale, da verificarsi al minimo una volta al mese o per conto del committente al contraente, nonché la consegna da parte del contraente al committente, o le modalità, forma e quantità da determinarsi da parte del contraente.
  2. Qualora il committente rimanga inadempiente per quanto riguarda l'esecuzione delle disposizioni di cui alla lettera a., indipendentemente dal motivo, il contraente ha il diritto di sospendere le sue attività. Qualsiasi danno da ciò derivante, in qualsiasi forma e misura, non può comportare la responsabilità del contraente.

Articolo 13 Diritto di ritenzione

  1. Il committente e il contraente convengono espressamente che il contraente ha il diritto di sospendere la consegna di beni fino a quando il committente non abbia adempiuto all'obbligo di pagare le fatture insolute, compresi gli interessi e spese dovuti a tale riguardo, nonché l'obbligo di risarcire il contraente per i danni subiti nell'ambito del rapporto giuridico in questione, ovvero abbia fornito una garanzia ritenuta sufficiente a tal fine nel sistema bancario, ad esempio una garanzia bancaria irrevocabile.
  2. Sotto i beni di cui alla lettera a. sono in ogni caso inclusi libri contabili, atti, documenti, dati amministrativi e altri dati (mezzi per supporto dati) creati in relazione all'esecuzione della commessa.

Articolo 14 Forza maggiore

  1. In caso di sciopero, furto, misure governative, incendio, difetti informatici, epidemie, perdita di dati, guerra, danni causati da acqua e tutte le altre circostanze che impediscano temporaneamente o non temporaneamente l' adempimento del contratto, il contraente ha il diritto di risolvere il contratto a mezzo di lettera raccomandata o di conteggiare sul tempo si consegna la durata della forza maggiore.
  2. In caso di forza maggiore, il contraente è obbligato ad informare immediatamente di ciò il committente.
  3. Il committente risponde di eventuali danni causati da danneggiamenti o distruzione di documenti o documenti di terzi che il contraente detiene in custodia per il committente.
  4. In caso di forza maggiore di durata superiore a un mese, il committente ha il diritto di disdire il contratto. La disdetta deve essere effettuata a mezzo di lettera raccomandata e deve pervenire al contraente prima della fine del caso di forza maggiore.
  5. Lo scioglimento di cui sopra non esonera il committente dall'obbligo di pagamento dell'importo previsto all' articolo 19. Le spese comprese tra la data dell'ultima fattura e quella dello scioglimento sono a carico del committente. Il committente non ha diritto al risarcimento di danni in caso di risoluzione del contratto.
  6. In caso di cessazione della forza maggiore, il contraente è tenuto a comunicare ciò quanto prima al committente, dopo di che il contraente deve riprendere l'esecuzione della commessa.

Articolo 15 Disposizioni generali di natura finanziaria

  1. Qualora le parti non abbiano diversamente concordato per iscritto, il compenso del contraente sarà determinato sulla base del corrispettivo indicato nella conferma della commessa.
  2. Su richiesta del committente, il contraente fornisce preventivo dei costi stimati delle attività che egli e/o il suo personale devono eseguire per una specifica commessa, sia per anno civile ovvero per esercizio finanziario.

Articolo 16 Dichiarazione spettanze

Salvo diverso accordo, il conteggio delle spettanze deve essere specificato in modo tale che il committente abbia una sufficiente visione della composizione delle voci che insieme costituiscono l'importo dichiarato.

Articolo 17 Reclami

  1. I reclami devono essere presentati per iscritto al contraente entro 30 giorni dalla consegna o - se la carenza o carenze sono di natura tale da essere stati individuate successivamente - entro 30 giorni dalla relativa scoperta. Il reclamo dovrà contenere una descrizione (motivata) delle contestazioni o delle carenze riscontrate.
  2. Il contraente comunicherà al committente entro quattordici giorni dalla data di ricevimento del reclamo e, in caso affermativo, in qual modo il reclamo sarà soddisfatto.
  3. I reclami relativi a forniture e/o prestazioni/attività eseguite dal contraente e i lavori eseguiti a tal fine non danno espressamente diritto al committente di sospendere l'obbligo di pagamento delle fatture insolute.
  4. I reclami relativi a fatture inviate dal contraente al committente devono essere inoltrati entro due settimane dalla data di spedizione indicata sulla fattura. Ogni diritto di reclamo sulle fatture decade in caso di superamento del termine di cui al presente comma, a meno che il committente per cause di forza maggiore da lui dichiarate non abbia potuto prendere visione della fattura entro tale termine. In quest' ultimo caso, il termine decorre dal giorno della presa visione.

Articolo 18 Diritti di proprietà intellettuale

Tutti i diritti di natura intellettuale relativi ai programmi informatici, progetti di sistema, procedure, metodi di ricerca, rapporti ecc. utilizzati dal contraente, sia durante che dopo l'esecuzione della commessa, sono e rimarranno di esclusiva ed esplicita proprietà del contraente, indipendentemente dal fatto del concorso del committente stesso o terzi soggetti impiegati nell'esecuzione dei suddetti programmi, progetti, procedure, ecc.

L' esercizio di tali diritti è riservato esclusivamente ed esplicitamente al contraente durante e dopo l'esecuzione della commessa.

Articolo 19 Pagamento

  1. La fattura deve essere pagata entro 7 giorni dalla sua data, trascorso tale periodo il committente è in mora ai sensi di legge.
  2. Dopo la scadenza del termine di cui al precedente paragrafo a., il cliente è tenuto al pagamento degli interessi legali ai sensi dell' articolo 6:119a del Codice Civile olandese, in base al quale una frazione del mese sarà considerata come l'intero mese.
  3. Dopo la scadenza del termine di cui al precedente paragrafo a., il committente è tenuto a corrispondere al contraente tutti gli esborsi ragionevolmente sostenuti per ottenere il pagamento extragiudiziale della fattura, che ammonteranno ad almeno il 15% dell'importo principale maggiorato con IVA con un importo minimo di 70 euro, senza che il contraente sia obbligato a dimostrare l’effettivo pagamento degli esborsi in questione. Inoltre in tal caso, il committente è tenuto a corrispondere al contraente anche tutte le spese giudiziarie sostenute dal contraente. Qualora il contraente si avvalga di terzi per attività giudiziarie o extragiudiziali, il committente è tenuto a corrispondere direttamente o indirettamente al contraente tutte le spese da questi sostenute in relazione ad attività extragiudiziali.
  4. Nel caso in cui, a seguito di una richiesta di pagamento anticipato o di garanzia, non pervenga una risposta adeguata a tale richiesta, il contraente avrà il diritto di risolvere il contratto per iscritto a mezzo lettera raccomandata o lettera raccomandata con avviso di ricevimento o fax con avviso di spedizione e/o avviso di ricevimento a partire da due volte ventiquattro ore successive alla data di spedizione, fatto salvo il diritto del contraente al pagamento di quanto già consegnato e il risarcimento del danno a causa della risoluzione.
  5. Fatta salva qualsiasi comunicazione da parte del committente al momento del pagamento e fatte salve le modalità di gestione amministrativa del pagamento da parte del committente, i pagamenti effettuati dal committente si considerano sempre ed esclusivamente detratti dagli importi in sospeso del contraente e secondo le seguenti modalità. In primo luogo, ogni pagamento verrà detratto dalle spese di riscossione e dagli interessi dovuti dal committente, e successivamente i pagamenti verranno detratti dalle fatture insolute del contraente di più remota data.

Articolo 20 Controversie

  1. Tutti i contratti tra il committente e il contraente ai quali si applicano le presenti condizioni generali sono disciplinati dal diritto olandese.
  2. Tutte le controversie relative ai contratti tra il committente e il contraente, alle quali si applicano le presenti condizioni e che non rientrano nella competenza del tribunale distrettuale, sono risolte dal tribunale competente del distretto in cui il contraente è domiciliato, a meno che non si riferiscano a controversie che non riguardino l'attività o la professione del committente.

c. Il committente è libero di seguire l’andamento dei procedimenti disciplinari.